Inanellamento - Oasi San Daniele

Vai ai contenuti

Menu principale:

Monitoraggio e Ricerca


INANELLAMENTO DEGLI UCCELLI A SCOPO SCIENTIFICO

L'inanellamento degli uccelli è una metodologia di indagine scientifica nata ufficialmente all'inizio del 1900.
I censimenti ornitologici standardizzati sono, per definizione, indagini destinate ad essere ripetute con la medesima metodologia, a distanze temporali regolari, in un'ottica di monitoraggio permanente. Il notevole implemento avuto da questa attività nella seconda metà del secolo, grazie all'impegno di un numero sempre crescente di inanellatori in tutta Europa, ha permesso di studiare e approfondire molte tematiche sulla biologia degli uccelli, in particolare sui fenomeni migratori, che rimanevano precedentemente poco o nulla conosciute. Questo consente di seguire gli andamenti delle popolazioni ornitiche nel corso degli anni, con la possibilità di individuare correlazioni con vari parametri ambientali (modificazioni territoriali, gestione degli habitat, ecc.) e di verificare al tempo stesso l'efficacia e la correttezza, in senso ecologico degli interventi antropoci eseguiti in una data area

L'inanellamento consiste nella cattura incruenta di uccelli tramite reti o trappole, l'apposizione di un anellino con inciso un numero di codice, il rilievo di una serie di parametri, quali sesso, età, stato di salute, biometrie, e il successivo rilascio.

L'attività degli inanellatori viene prestata generalmente a titolo di volontariato e rappresenta, a livello europeo, il più importante contributo su base volontaria offerto alla ricerca scientifica.
L'attività è permessa esclusivamente per scopi scientifici, è soggetta a particolari restrizioni ed è autorizzazioni e coordinata dall'ISPRA (Istituto Statale Protezione e Ricerca Ambientale
L'INANELLAMENTO PRESSO L'OASI DI SAN DANIELE
A partire dal 2007 è stata costituita presso l'Oasi una Stazione di Cattura e Inanellamento a Scopo Scientifico, che permette ogni anno di inanellare circa 500 uccelli, soprattutto piccoli passeriformi. L'attività viene effettuata durante tutto l'anno. Gli inanellatori operano esclusivamente su base volontaria.
Nel 2009 è stata catturata una Peppola (un piccolo passeriforme presente durante l'inverno) inanellata in Belgio e una inanellata nella Repubblica Ceca.
Nell'ambito del progetto MonITring promosso da ISPRA, il 5 marzo 2017 in Oasi c'è stata la cattura di un Migliarino di palude con anello Finlandese!


In oasi sono stati inanellati finora oltre 1000 individui di questa specie. La ricattura di individui inanellati all'estero è comunque un evento molto raro, che va ad aggiungere un altro importante tassello alla conoscenza dell'avifauna del nostro territorio.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito: inanellamento italia nello specifico dedicato al lavoro svolto nella stazione 152 Oasi di San Daniele.
Copyright © 2017 Oasi San Daniele Tutti i diritti riservati
Provincia di Treviso
San Zenone degli Ezzelini
Torna ai contenuti | Torna al menu